Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

 

Biennio comune

Il piano di studi del Biennio Comune ha come scopo primario:

  • Rafforzare la motivazione allo studio;
  • Rafforzare l'autostima, la capacità di affrontare i problemi con un atteggiamento positivo;
  • Migliorare il rendimento scolastico e ridurre la dispersione;
  • Abituare ad una comunicazione corretta ed efficace;
  • Privilegiare attraverso il metodo induttivo un apprendimento che utilizzi il laboratorio per facilitare l'acquisizione di concetti teorici;
  • Costruire moduli didattici con una forte valenza orientativa per scelte consapevoli sui percorsi di formazione successivi;
  • Costruire una coscienza europea e sviluppare una educazione alla convivenza civile.

 

Classi Prime

La novità principale è rappresentata dall'introduzione dalla materia Tecnologie informatiche, il cui scopo è quelli di mettere lo studente in condizione di:

  • utilizzare gli strumenti e le reti informatiche nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare;
  • utilizzare, in contesti di ricerca applicata, procedure e tecniche per trovare soluzioni innovative e migliorative, in relazione ai campi di propria competenza;
  • utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni e ai suoi problemi, anche ai fini dell'apprendimento permanente.

La disciplina Tecnologie informatiche, come ogni altra disciplina di snodo, implementa il raccordo tra saperi, metodo scientifico e tecnologia.

Attraverso la didattica laboratoriale le abilità e le conoscenze già possedute vengono approfondite, integrate e sistematizzate.

Negli istituti tecnici del settore tecnologico lo studio della scienza e della tecnologia ha una valenza culturale generale, che garantisce il proseguimento degli studi, ma fornisce anche specifiche competenze professionali correlate ai processi produttivi reali, collegati all’economia e al lavoro

In quanto rispondono alle esigenze del mondo produttivo, tali competenze offrono anche immediate opportunità di occupazione.

 

Classi Seconde

La novità principale è rappresentata dall'introduzione dalla materia Scienze e tecnologie applicate, il cui scopo è quelli di mettere lo studente in condizione di:

  • padroneggiare l'uso di strumenti tecnologici con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell'ambiente e del territorio;
  • collocare le scoperte scientifiche e le innovazioni tecnologiche in una dimensione storico-culturale ed etica, nella consapevolezza della storicità dei saperi;
  • contribuire alla formazione tecnico scientifica in stretta collaborazione con le altre discipline del biennio

La disciplina Scienze e tecnologie applicate contribuisce, con le altre discipline di indirizzo, a sviluppare e completare le attività di orientamento portando gli alunni alla consapevolezza delle caratteristiche dei percorsi formativi del settore tecnologico e all'acquisizione delle competenze degli indirizzi attivati all'interno dell'istituto

Essa ha dunque lo scopo di orientare gli studenti alla scelta definitiva dell'indirizzo e dell'articolazione del triennio.

La combinazione e la complementarità di Scienze integrate, Tecnologie informatiche e Scienze e tecnologie applicate costituiscono il contesto metodologico fondato sull'impianto formale costruito con la matematica e la fisica nel quale l'apprendimento incontra i riferimenti concettuali interpretati in uno scenario di esperienze reali.

La didattica di laboratorio, fondata sui principi del "problem-solving" permette di focalizzare l'attenzione degli allievi sul problema, sollecitando lo sviluppo di metodologie finalizzate all'approccio integrato del sapere scientifico e tecnico promosso in un contesto partecipativo ove ciascun soggetto, docente o discente, ricopra indistintamente il ruolo di produttore e consumatore di conoscenze ed esperienze.

 

 Quadro orario settimanale del Biennio

Disciplina

1° Anno

2° Anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

Lingua Inglese

3

3

Storia, Cittadinanza e Costituzione

2

2

Matematica

4

4

Diritto ed Economia

2

2

Geografia

1

-

Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia)

2

2

Scienze motorie e sportive

2

2

Religione o attività alternative

1

1

Scienze integrate (Fisica)

3 (1)

3 (1)

Scienze integrate (Chimica)

3 (1)

3 (1)

Tecnologia e tecniche di rappresentazione grafica

3 (1)

3 (1)

Tecnologie informatiche

3 (2)

-

Scienza e Tecnologie applicate

-

3

Totale ore settimanali (tra parentesi ore laboratorio)

33 (5)

32 (3)

 

Triennio

Trasporti e Logistica - Articolazione Logistica

Il Diplomato in Logistica:

  • ha competenze tecniche specifiche e metodi di lavoro funzionali allo svolgimento delle attività inerenti la progettazione, la realizzazione, il mantenimento in efficienza dei mezzi e degli impianti relativi e l'organizzazione di servizi logistici;
  • ha competenze e conoscenze che, a seconda delle declinazioni di settore scelte dai singoli istituti, riguardano le diversificate articolazioni del trasporto;
  • possiede una cultura sistemica ed è in grado di attivarsi in ciascuno dei segmenti operativi del settore in cui si  specializza e di quelli collaterali;
  • integra le conoscenze fondamentali relative alle tipologie, strutture e componenti dei mezzi, allo scopo di garantire il mantenimento delle condizioni di esercizio richieste dalle norme vigenti in materia di trasporto;
  • esprime le proprie competenze nella pianificazione e nell'organizzazione dei servizi;
  • applica le tecnologie per l'ammodernamento dei processi produttivi, rispetto ai quali è in grado di contribuire all'innovazione e all'adeguamento tecnologico e organizzativo dell'impresa;
  • nell'ambito dell'area Logistica, è in grado di operare nel campo delle infrastrutture, delle modalità di gestione del  traffico e relativa assistenza, delle procedure di spostamento e trasporto, della conduzione del mezzo in rapporto alla  tipologia d'interesse, della gestione dell'impresa di trasporti e della logistica nelle sue diverse componenti: corrieri, vettori, operatori di nodo e intermediari logistici;
  • relativamente alle tipologie di intervento, agisce nell'applicazione delle normative nazionali, comunitarie ed internazionali per la sicurezza dei mezzi, dei servizi e del lavoro nonché del trasporto di merci pericolose;
  • è in grado di esprimere le proprie competenze nella valutazione di impatto ambientale, nella salvaguardia dell'ambiente e nell'utilizzazione razionale dell'energia;
  • descrive e documenta il lavoro svolto, conosce ed utilizza strumenti di comunicazione efficace e team working per operare in contesti organizzati.

 

Quadro orario settimanale del Triennio

Discipline comuni

3° Anno

4° Anno

5° Anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

Lingua inglese

3

3

3

Storia, Cittadinanza e Costituzione

2

2

2

Matematica

3

3

3

Scienze motorie e sportive

2

2

2

Religione o attività alternative

1

1

1

Complementi di Matematica

1

1

-

Elettrotecnica, elettronica ed automazione

3(2)

3(2)

3(2)

Diritto ed Economia

2

2

2

Scienze della navigazione, struttura e costr.

3(2)

3(2)

3(2)

Meccanica e macchine

3(2)

3(2)

3(2)

Logistica

5(2)

5(3)

6(4)

Totale ore settimanali

32 (8)

32 (9)

32 (10)

Tra parentesi ore di Laboratorio

Registro Elettronico

scuolanext

albo on line


amministrazione trasparente

 

PON - Fondi Strutturali

PNSD Labs

Piano Nazionale Scuola Digitale

articoli, interviste, servizi,

Lavori svolti dagli studentinel corso degli anni

Corso di Cinese - Istituto Confucio

Inizio